Al via la seconda fase del progetto

Sono arrivati ieri a San Sperate i quattro volontari portoghesi dell'Ecomuseu de Barroso di Montalegre. 

Maria de Fátima Crespo, Alcina Rebelo, José Fonseca Alvar e sua moglie saranno ospiti del Paese Museo per tre settimane, durante le quali verrà sviluppato il secondo tema del progetto di cooperazione internazionale Du local à l'universel - La force de la nature dans les expressions umaines promosso e finanziato dalla Comunità Europea per il biennio 2011/2012, rientrante nel programma Lifelong Learning Programme Grundtvig - Senior Volunteering Projects.

I saluti

Si è svolta ieri la conferenza stampa di chiusura della prima delle quattro fasi del progetto di scambio culturale tra San Sperate e Montalegre. Tre settimane di attività, presentate dalla coordinatrice portoghese Catarina Macedo.

I responsabili si sono congratulati con il team dell'Ecomuseu de Barroso per l'ottimo lavoro svolto e con i volontari sansperatini Giampaolo e Santina.

Nel mese di ottobre saranno ospiti a San Sperate tre abitanti di Montalegre per proseguire con il progetto Du local a l'universel.

La notizia ufficiale sul sito del Comune di Montalegre.

miniatura

La miniatura dell'Ecomuseu realizzata da Giampaolo Spiga

buffet

Buffet sardo-portoghese realizzato da Santina Spiga

mostraAttila

La proiezione di "genti de bidda tua" di Attila Kleb.

Tra la Sardegna e il Portogallo... c'è Attila

Con gli sguardi e i sorrisi della comunità di San Sperate, catturati dal fotografo ungherese Attila Kleb, si conclude la prima parte del progetto di scambio culturale tra l'associazione Noarte Paese Museo di San Sperate e l'Ecomuseu de Barroso di Montalegre.

La mostra fotografica, patrocinata dal Consolato Onorario della Repubblica di Ungheria per la Regione della Sardegna, verrà ospitata dal 28 aprile al 1 maggio presso l'Ecomuseu.

Due giorni di workshop

Il 26 e 27 aprile i soci di Noarte saranno i protagonisti del workshop di miniatura, durante il quale Giampaolo insegnerà a realizzare una riproduzione di uno scorcio di Montalegre, e del workshop di cucina, durante il quale Santina cucinerà con Elisa Ribeiro il "folar de ovos" piatto tipico della pasqua portoghese, utilizzando il forno di Maria Rebelo.

Inizia lo scambio... si lavora!

Dopo la prima settimana di ambientamento trascorsa a Montalegre, i soci di Noarte hanno cominciato a lavorare.

Giampaolo Spiga, all'interno del laboratorio dell'artista Maria Carvalho de Paradela ha appreso l'arte dell'argilla ed insieme a Maria ha realizzato quest'opera. Grosse mani di terra che offrono i suoi frutti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

.

.

Santina Spiga, sotto gli occhi attenti delle giovani portoghesi, ha realizzato dolci tradizionali della Sardegna.